Ai lavoratori

Ai lavoratori Pu l industria darsi dei fini Si trovano questi soltanto nell indice dei profitti Non vi al di l del ritmo apparente qualcosa di pi affascinante una destinazione una vocazione anche nella vita di un

  • Title: Ai lavoratori
  • Author: Adriano Olivetti
  • ISBN: 8898220006
  • Page: 108
  • Format:
  • Pu l industria darsi dei fini Si trovano questi soltanto nell indice dei profitti Non vi al di l del ritmo apparente qualcosa di pi affascinante, una destinazione, una vocazione anche nella vita di una fabbrica Cos si rivolgeva agli operai Adriano Olivetti il giorno dell inaugurazione del nuovo stabilimento di Pozzuoli Nei discorsi presentati in questo libro colpiscono i modi del comunicare e alcune affermazioni che si potrebbero definire datate, salvo poi scoprire che sono quanto mai attuali anche se ignorate dai contemporanei Olivetti non vuol sembrare un imprenditore amico che parla agli amici operai dando a intendere che lui e loro sono nella stessa barca Parla come un dirigente cosciente delle proprie responsabilit e determinato a farvi fronte Una narrazione emotivamente coinvolgente ed eticamente esemplare da parte di uno dei pi grandi innovatori del Novecento per restituire dignit e senso a parole come responsabilit , rispetto della persona, conoscenza Presentazione di Luciano Gallino.

    • ↠ Ai lavoratori || ✓ PDF Read by ☆ Adriano Olivetti
      108 Adriano Olivetti
    • thumbnail Title: ↠ Ai lavoratori || ✓ PDF Read by ☆ Adriano Olivetti
      Posted by:Adriano Olivetti
      Published :2019-06-04T17:04:00+00:00


    About “Adriano Olivetti

    • Adriano Olivetti

      Adriano Olivetti Is a well-known author, some of his books are a fascination for readers like in the Ai lavoratori book, this is one of the most wanted Adriano Olivetti author readers around the world.



    307 thoughts on “Ai lavoratori

    • In un tempo disamorato e disincantato come il nostro, gli scritti di Olivetti sono una boccata d'ossigeno che ridà vita a quella voglia di giusto e pulito che ancora rimane in noi."Può l'industria darsi dei fini" al di là del mero profitto?Può esistere un'impresa di tipo nuovo, motore di promozione umana e sociale, come terza via tra capitalismo e socialismo?Può "la fabbrica essere concepita a misura dell'uomo perché questi trovasse nel suo ordinato posto di lavoro uno strumento di riscat [...]


    • Sui contenuti non si discute, averne di persone così al giorno d’oggi!Leggeteli tutti i libri di questa raccolta perchè il pensiero di Olivetti è qualcosa di unico. C’è chi ammira Stege Jobs per le innovazioni che ha portato se Olivetti fosse vissuto di piùrebbe un altra Italia.


    • Parole straordinariamente visionarie per i tempi in cui furono pronunciate e ancora attuali. Oltre il rammarico al pensiero di un Paese - il nostro - che non ha saputo far proprie queste idee di vero progresso resta la sensazione di aver ricevuto un grande insegnamento da un ineguagliato industriale nel vero senso della parola e la responsabilità di non aver letto invano.


    • Non sono un gran lettore, ma la figura di Adriano Olivetti mi ha sempre affascinato.Ho conosciuto in passato lavoratori dell' Olivetti dai quali traspariva l' ammirazioneper un Industriale tanto illuminato quanto altruista.Grazie Adriano per l ' esempio che ci hai portato e che trasparenei splendidi discorsi che hai saputo donare alle generazioni.


    • Un libro dai contenuti molto attuali. Una analisi degli aspetti positivi e dei punti d'ombra dei sistemi produttivi attraverso situazioni concrete (l'inaugurazione di un nuovo stabilimento, il saluto al personale anziano). Una sintesi molto efficace del pensiero olivettiano, per tutti coloro che si definiscono "imprenditori" o "uomini d'azienda".


    • Un libretto di 50 pagine, contenente 2 discorsi di A.Olivetti ai propri lavoratori.Un ottimo prodotto per avere un primo breve, ma significativo spunto sul personaggio e la visione di Olivetti sul lavoro e la fabbrica.E' pensato come primo volumetto di una serie di 5, di cui però su al momento si trovano solo i primi 3 e per poi scoprire che sarebbero anche tutti compresi in un'unica antologia ("Città dell'uomo"), ma che la suddetta sembra non trovarsi più (forse perchè costava molto meno d [...]


    • Quale senso di respinsabilita' nel fare ed essere imprenditore trapela da queste poche pagine, intense di un ardore morale e civile di chi sapeva coniugare impresa, crescita economica e sviluppi sociale


    • In un momento di crisi come questa trovare parole di riferimento che sappiano parlarci di un modo diverso di intendere il ruolo della fabbrica e dell'imprenditore nel territorio ci servono.


    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *